23 marzo 2020

Anno di sinistri impegnativo con grandine, gelo, danni da eccesso di neve, piogge forti, tempeste e siccità. Netta crescita dei premi all'estero.

L'Assemblea dei delegati programmata per il 28 marzo 2020 è stata rinviata al 27 giugno 2020 in considerazione della situazione attualmente molto fluida riguardo alla diffusione del coronavirus.

  • Da 140 anni sulla via del successo al servizio dell'agricoltura
  • Temperatura annua superiore alla media nel 2019, prosegue il riscaldamento climatico
  • Premi aumentati del 29% in conseguenza dell'integrazione di un portafoglio assicurativo in Francia
  • Gli assicurati svizzeri ottengono un ristorno del 5% del premio lordo nel 2020
  • Valori lusinghieri per la soddisfazione dei clienti: il 91% raccomanda ad altri l'Assicurazione Grandine Svizzera
  • Il futuro si fa più digitale. La geolocalizzazione delle parcelle e l'impiego di nuove tecnologie (p.es. satelliti con l'European Space Agency, ESA) subiscono un'accelerazione

L'Assicurazione Grandine Svizzera si lascia alle spalle un 2019 impegnativo dal punto di vista meteorologico. In Svizzera sono rimasti stabili sia il volume dei premi con CHF 49.1 milioni che la somma assicurata con CHF 2.1 miliardi. Grandine, gelo, danni da eccesso di neve, tempeste e siccità hanno provocato sinistri nella media annuale soprattutto per mais, patate, barbabietole da zucchero e foraggi.

All'estero – Francia e Italia – il volume dei premi è aumentato del 54% soprattutto in seguito all'integrazione del portafoglio grandine e multirischio di AXA Francia e ha raggiunto CHF 86.5 milioni. Sul fronte dei sinistri, il 2019 è stato un anno caratterizzato principalmente da grandine molto intensa, soprattutto in Italia, e da gelo, piogge forti, tempeste e siccità. L'onere dei sinistri è risultato pertanto leggermente superiore alla media.

L'Assicurazione Grandine Svizzera si è affermata come importante protagonista attivo su tutto il territorio nel mercato dell'assicurazione agricola francese e italiano.

Nel complesso il volume dei premi ha raggiunto CHF 135.6 milioni. Nel 2019, l'Assicurazione Grandine Svizzera ha assicurato colture agricole in Svizzera e all'estero per un importo di CHF 4 miliardi. Il rapporto sinistri/premi ammontava all'80% e il rapporto sinistri/costi al 100%. Il contesto favorevole per gli investimenti ha condotto a un soddisfacente risultato degli investimenti di CHF 8.2 milioni, grazie al quale è stato conseguito un risultato leggermente positivo (prima della variazione delle riserve) di CHF 0.1 milioni. Nel 2020, anno dell'anniversario, l'Assicurazione Grandine Svizzera permette ai propri membri in Svizzera di partecipare a questo successo sotto forma di un ristorno dei premi di 3.6 milioni, ovvero oltre il 5% dell'incasso di premi.

Il messaggio del Consiglio federale del 12 febbraio 2020 sull'ulteriore sviluppo della Politica agricola dal 2022 (AP22+) e la bozza di una nuova legge agricola prevedono un possibile sostegno limitato nel tempo alle assicurazioni del raccolto, che coprono rischi di vasta portata come siccità e gelo. In tal modo si punta ad incentivare la copertura dei rischi contro le forti fluttuazioni delle rese causate dal crescente riscaldamento globale.

L'Assicurazione Grandine Svizzera segue con molta attenzione questo dossier per essere pronta in caso di introduzione del sostegno previsto e poter fornire ai propri assicurati delle soluzioni assicurative dedicate.

Prospettive: l'Assicurazione Grandine Svizzera è un esempio di successo di una comunità solidale responsabile, che assicura i rischi contro la grandine e gli eventi naturali alle colture agricole.

Il nostro ruolo di partner affidabile del settore agricolo per l'assicurazione contro i rischi meteorologici proseguirà anche in futuro. Con il nostro motto «Al servizio dell'agricoltura» e con la nostra forza innovativa, che si riflette nello sviluppo di nuovi prodotti assicurativi e investimenti in nuove tecnologie, siamo fiduciosi di raggiungere questo obiettivo grazie anche al contributo della nostra esperienza internazionale pluriennale e della diversificazione del rischio ottenuta con l'estero. 


140 anniversario

L'Assicurazione Grandine Svizzera è stato fondata il 4 aprile 1880 e nel 2020 festeggerà il suo 140°anniversario. Nel 1828 era già stata fondata una società nazionale con lo stesso nome, che però ha dovuto chiudere i battenti alla fine degli anni 1850 a causa dei premi troppo bassi e delle perdite ricorrenti. Inoltre, tra il 1830 e il 1943 erano state adottate diverse soluzioni regionali, ad esempio nei Cantoni Friburgo, Berna, Lucerna, Neuchâtel e Vaud. Dalla costituzione all'attuale Assicurazione Grandine Svizzera operavano sul mercato svizzero anche due compagnie di assicurazione tedesche, e precisamente dal 1854 al 1887 e dal 1994 al 1996.

In Europa, la Svizzera è tra i paesi con il più elevato rischio di grandine. I primi anni sono stati difficili anche per l'Assicurazione Grandine Svizzera a causa di riserve insufficienti, assenza di riassicurazione, tariffazione non ottimale e una ripartizione geografica insufficiente. Per questo motivo fu necessario riscuotere versamenti suppletivi dei premi frequenti e impopolari, l'ultimo dei quali ebbe luogo nel 1927. La necessità di una compensazione del rischio nazionale era emersa anche da tentativi non riusciti con soluzioni regionali o cantonali.

È interessante notare come per due aspetti importanti la storia si ripeta: per giungere a una migliore compensazione dei rischi, la società aveva iniziato a operare per la prima volta nei paesi limitrofi poco dopo la sua costituzione, ovvero dal 1880 al 1883 nel Baden-Württemberg e in Alsazia. Oggi, per gli stessi motivi, è diventata un operatore significativo sul mercato francese e italiano. Il secondo aspetto che si ripete è rappresentato dalla questione degli incentivi statali.  Dal 1889 (dapprima in via sperimentale) al 1968 una parte dei premi da pagare era sovvenzionata dalla Confederazione. Anche i Cantoni partecipavano, in alcun casi anche fino ai primi anni 2000. Oggi, nel quadro della Politica agricola 2022+, si pensa molto concretamente a un'incentivazione dei premi per danni «nuovi», tra cui la siccità e il gelo che aumentano con il surriscaldamento climatico.


Cifre chiave

Persone di contatto: Pascal Forrer, Direttore, Esther Böhler, portavoce, tel. 044 257 22 11

La Società svizzera d'Assicurazione contro la Grandine, società cooperativa fondata nel 1880, assicura le coltivazioni di circa 30‘000 aziende agricole svizzere con un controvalore di circa 2,1 miliardi di franchi. Offre soluzioni assicurative complete per il raccolto a protezione di perdite dovute a danni provocati da grandine e altri eventi naturali. Come cooperativa distribuisce le plusvalenze ai suoi soci sotto forma di rimborsi dei premi. È certificata ISO 9001:2015.