02 aprile 2016

Comunicato stampa – Assemblea dei delegati

Sinistri nella norma nel 2015 e ristorno dei premi nel 2016

  • Diminuzione dei premi condizionata dalla valuta e dal mercato.
  • Il bilancio dei sinistri è risultato normale nonostante le ripetute grandinate e i danni da inondazioni e siccità in particolare in Svizzera.
  • ­L'Assicurazione Grandine consente ai propri membri di partecipare a un risultato positivo nel 2015 con il 5% o CHF 3.5 milioni di ristorno dei premi nell'anno in corso 2016.

L'Assicurazione Grandine lascia invariato il proprio obiettivo e continua a focalizzarsi sull'offerta di prodotti assicurativi completi e conformi alle esigenze per la protezione della produzione agricola contro i rischi delle avversità atmosferiche. Personale motivato, infrastrutture informatiche moderne e la richerca costante di nuove possibilità e/o modelli assicurativi ne formano parte integrante.

Nel 2015 il volume dei premi in Svizzera è rimasto pressoché stabile con CHF 49.7 milioni. In termini di sinistri l'anno è risultato normale nonostante le forti grandinate e le difficili condizioni climatiche - dapprima troppe piogge e poi troppo caldo, con gravi danni dovuti a inondazioni e siccità.

All'estero – Francia e Italia – il volume dei premi, dopo una forte crescita nell'anno precedente, è sceso del 28% posizionandosi a CHF 63.2 milioni, a causa sia della perdita di valore dell'euro dopo l'abrogazione del rapporto di cambio minimo da parte della Banca Nazionale Svizzera e per la riduzione degli incentivi statali di assicurazioni multirischio e un difficile scenario del mercato in Italia. Per quanto riguarda i sinistri si sono registrate soprattutto grandinate. Grazie alla buona ripartizione del rischio e alla politica disciplinata delle sottoscrizioni il rapporto sinistri/premi è risultato normale anche all'estero.

Complessivamente il volume dei premi è sceso del 19% a CHF 112.9 milioni (anno precedente: aumento del 19%). Il rapporto sinistri/premi ammontava al 54% e il rapporto sinistri/costi al 71%. Tenendo conto della riassicurazione e del soddisfacente risultato di CHF 7.1 milioni del rendimento netto da investimenti in un contesto difficile, l'utile prima della variazione delle riserve ammontava a CHF 15.9 milioni. 

In qualità di società cooperativa per la protezione contro i rischi delle avversità atmosferiche l’Assicurazione Grandine svilippa costantemente i suoi prodotti assicurativi per garantire la continuità delle aziende agricole. All'inizio del 2016 , ad esempio, è stato introdotto un nuovo prodotto assicurativo per colture di erbaggi, che copre, oltre a tutti gli altri rischi altrimenti coperti, anche il rischio di siccità grazie a un indice degli erbaggi sviluppato in proprio. Questa ulteriore risposta ai cambiamenti climatici viene sviluppata senza sostegno statale, come invece avviene normalmente in altri paesi.

L'Assicurazione Grandine si trova in buone condizioni di salute e affronta con fiducia il futuro nonostante le difficili sfide climatiche.

Persone di contatto: Pascal Forrer, Direttore ed Emilia Baldi, portavoce, tel. 044 257 22 11

La Società svizzera d'Assicurazione contro la Grandine, società cooperativa fondata nel 1880, assicura le coltivazioni di circa 30‘000 aziende agricole svizzere con un controvalore di circa 2 miliardi di franchi. Offre soluzioni assicurative complete per il raccolto a protezione di perdite dovute a danni provocati da grandine e altri eventi naturali. Come cooperativa distribuisce le plusvalenze ai suoi soci sotto forma di rimborsi dei premi. È certificata ISO 9001:2015.